L’EX DIRIGENTE DI FACEBOOK DI PRIMO LIVELLO AFFERMA CHE ‘150 UOMINI DOMINANO IL MONDO’ E TUTTI GLI ALTRI SONO UN ‘BURATTINO’

“Ecco il punto, ci sono circa 150 persone che governano il mondo. Chiunque voglia entrare in politica sono tutti fottuti burattini, okay? Ce ne sono 150 – e sono tutti uomini – che governano il mondo. Periodo. Punto. Controllano la maggior parte delle risorse importanti: controllano i flussi di denaro. E questi non sono gli imprenditori tecnologici. Ora, nei prossimi 5-10 anni verranno ribaltati dalle persone che sono davvero sotto a tirare i fili “.

– Chamath Palihapitiya, 10 novembre 2017, Stanford Graduate School of Business

Alcuni di voi potrebbero ricordare Chamath Palihapitiya dal suo avvertimento che i social media  stavano lacerando il tessuto sociale di come funziona la società “, che ha ricevuto una generosa attenzione dai media ed è diventato virale di conseguenza. Quello che la maggior parte delle persone ha perso completamente, e quello che nessun grande media ha riportato – almeno per quanto ne so – è stato quando ha spiegato che “150 uomini governano il mondo” e stanno “andando a ribaltare” gli imprenditori tecnologici nel prossimi anni.

Da allora la censura è cresciuta a livelli senza precedenti

Entro pochi mesi da queste affermazioni inequivocabili, sono state proposte o approvate una serie di leggi controverse di diversi governi , che avrebbero imposto severe sanzioni e multe alle società tecnologiche che non censuravano i post considerati “dannosi” o “pericolosi” da le autorità. In Germania, ad esempio, il governo ha approvato una legge che multerebbe i siti di social media fino a 44 milioni di sterline se non rimuovessero ciò che ritenevano qualificato come “incitamento all’odio” entro 24 ore. Allo stesso modo, l’Unione Europea ha proposto che i contenuti “terroristici” vengano rimossi entro un’ora o che siano soggetti a severe sanzioni. I recidivi potrebbero essere sanzionati fino al 4% del loro fatturato globale, che ammonta a miliardi e miliardi di dollari.

Come tutti presumibilmente ormai sappiamo, la censura da allora è cresciuta a livelli senza precedenti. Io stesso ho cancellato i miei account YouTube e Facebook, così come il Free Thought Project, tra molti altri che sono stati accusati di ” attività non autentica ” o qualcosa di altrettanto ambiguo. E poi più recentemente, di fronte a questa attuale pandemia, la censura delle informazioni è diventata ancora più sfacciata, al punto da prendere di mira anche esperti rispettati, come Knut Wittowski e altri , per sfidare le politiche di blocco imposte. In tutti i casi le autorità affermano che ciò è per la sicurezza e la protezione del pubblico.

Se questa censura sia il risultato dei “150 uomini che governano il mondo” o meno, è qualcosa su cui possiamo solo speculare poiché la probabilità di un’ammissione è praticamente nulla. Considerando la sua ricchezza e posizione nella società, e anche la sua franchezza e autenticità di espressione, tuttavia, le affermazioni di Chamath Palihapiti non dovrebbero essere prese alla leggera.

A loro non frega niente di quello che pensi della loro visione del mondo

Più avanti nell’intervista, Chamath spiega come questa classe dirigente usa attivamente i propri soldi e la propria ricchezza per diffondere la propria visione del mondo a proprio vantaggio e interesse personale, e che ci piaccia o no, “non gliene frega niente t su cosa pensi della loro visione del mondo “, useranno il loro enorme potere e influenza per diffonderlo comunque. Essendo in quanto tale, “hai un imperativo morale per assicurarti che se hai un punto di vista che conta” guadagni denaro che ti aiuterà a influenzare la percezione pubblica in modo positivo.https://www.youtube.com/embed/YwsMej1ZRV0?feature=oembed

Naturalmente, questo è molto più facile a dirsi che a farsi, soprattutto perché molti di coloro che hanno più familiarità con le ingiustizie di questo mondo tendono ad essere quelli che derivano dalla scarsità finanziaria e dalla povertà materiale. Diventa anche ancora più difficile quando attivisti che hanno lavorato in modo seducente per creare grandi seguaci che potrebbero poi utilizzare per aiutare a sostenere le loro visioni e piani per creare cambiamenti positivi vengono censurati o i loro account vengono completamente cancellati. Tuttavia, come sottolinea Chamath, il denaro (e ancor di più chi lo controlla) “guida il mondo, nel bene e nel male” .

C’è un altro modo

La mia posizione personale è che siamo molto più propensi a cambiare questo sistema tossico in meglio, se stiamo insieme e aggreghiamo le nostre capacità e risorse collettive per raggiungere tale obiettivo. Nessuno può portare a termine questo compito arduo da solo per ovvie ragioni. Nessuno di noi ha tutte le conoscenze, le risorse finanziarie e così via necessarie per creare un autentico cambiamento positivo. Ma se un numero decente di noi sta insieme, allora possiamo aggregare tutto ciò di cui abbiamo bisogno.

Qualcuno potrebbe avere i soldi per acquistare un nuovo pezzo di terra, ad esempio, un altro la conoscenza per coltivarlo, un altro l’intuizione per costruire case sostenibili, un altro la conoscenza per avviare nuove scuole per bambini, un altro le competenze per proteggere fisicamente la comunità da quelli che potenzialmente intendono fare del male, e così via. Tutto il necessario è già là fuori, ma dobbiamo stare insieme se vogliamo avere una possibilità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑