Un politico canadese svela il nuovo piano di blocco COVID e la dittatura del “grande ripristino”: l’Australia ne fa parte

A cura di Editore, CAIRNS NEWS I premier di stato, i governatori ei primi ministri di tutta l’Australia, gli Stati Uniti, il Regno Unito, il Canada e la Nuova Zelanda pazzi per il POTERE potrebbero tentare di spingere un altro attacco virale di seconda ondata in stile Dan Andrews, come parte della spinta del Forum economico mondiale di Gates-Rockefeller vaccinazione globale e l’Agenda 21 “new normal / new economy”. Ai politici canadesi coinvolti nella “pianificazione COVID” è stato detto con orrore di un piano per una risposta totalitaria a un collasso economico internazionale, che prevedeva un’offerta del governo federale per eliminare tutti i debiti personali (mutui, prestiti, carte di credito, ecc.) Finanziati dal FMI nell’ambito del “programma World Debt Reset”. In cambio l’individuo perderebbe per sempre la proprietà di qualsiasi proprietà e patrimonio e prenderebbe parte al programma di vaccinazione COVID-19 e COVID-21, che (presumibilmente) consentirebbe alle persone di viaggiare e vivere senza restrizioni, anche in condizioni di totale isolamento, attraverso l’uso di un documento d’identità con foto denominato HealthPass canadese. L’orribile scenario proviene da un informatore del Partito Liberale del Canada (LPC) del Comitato di pianificazione strategica del partito, che è sotto il controllo dell’Ufficio del Primo Ministro (PMO) canadese. Dice che la seconda ondata sarà stimolata dai test intorno alla fine di novembre. Il whistleblower avverte di un “blocco secondario completo e totale molto più rigoroso delle restrizioni della prima e della seconda fase mobile”, che dovrebbe durare tra la fine di dicembre 2020 e l’inizio di gennaio 2021. Mentre la pressione aumenta in Australia attraverso i tribunali, durante le proteste e da alcuni media affinché i blocchi finiscano, la narrativa del “virus mortale ti sta perseguitando” è tenuta saldamente dai partiti Labour, Green, Coalition e LNP, dalla burocrazia della sanità pubblica e da molti altri. media nelle stesse nazioni “Five Eyes”. Questa narrazione presenta il virus SARS-Cov2 o “COVID-19” come qualcosa che deve essere evitato e contenuto a tutti i costi, nonostante l’immunità diffusa e gli studi medici dimostrino che è letale per meno dell’1% (0,06%) di coloro che lo sono infetto. L’email dell’informatore canadese è stata pubblicata dal sito di alt media canadese The Canadian Report. La fuga deliberata di informazioni è notevole perché è l’equivalente di membri senior della Coalizione che fanno lo stesso. Il partito liberale canadese e primo ministro Justin Trudeau è l’equivalente dei Verdi-Laburisti e di un ampio segmento di parlamentari del partito liberale femminista di sinistra verde. Il PMO canadese rispecchia il Dipartimento del Primo Ministro e del Gabinetto di Canberra, che è gestito da burocrati di alto livello e “consigliato” su COVID-19 dalla Commissione consultiva nazionale Covid-19 del Primo ministro, che Scott Morrison ha annunciato il 25 marzo, appena due mesi dopo la plandemia. Potremmo chiederci perché è stato necessario che il Primo Ministro annunciasse una commissione così potente così presto nel pezzo? Chiaramente era parte del processo delineato dai giocatori dell’Event 201 che includevano il membro della commissione Jane Halton, capo del CEPI finanziato da Gates, per indirizzare la plandemia nella direzione desiderata, ovvero il piano globalista “Great Reset” come delineato dal mondo Forum economico. Il Guardian di sinistra verde ha riferito l’11 agosto che Neville Power, il capo della Commissione, era stato avvicinato da “leader aziendali che volevano che il governo usasse la ripresa dalla pandemia per bloccare l’energia a basse emissioni”. Secondo Power, la sua organizzazione non stava raccomandando “una ripresa verde di per sé”, ma aveva chiesto al governo di sottoscrivere nuovi investimenti nei gasdotti come parte delle raccomandazioni di una task force di produzione. Ma come riportato in precedenza da Cairns News, questa commissione è stata stranamente silenziosa sulla distruzione da parte di Dan Andrews del settore delle piccole imprese vittoriane. L’informatore ha detto che “non era contento di farlo, ma devo farlo, come canadese e soprattutto come genitore che vuole un futuro migliore non solo per i miei figli ma anche per altri bambini. “L’altro motivo per cui lo sto facendo è perché circa il 30% dei membri del comitato non è soddisfatto della direzione che prenderà il Canada, ma le nostre opinioni sono state ignorate e hanno intenzione di andare avanti verso i loro obiettivi. Hanno anche messo in chiaro che nulla fermerà i risultati pianificati “. La road map e l’obiettivo sono stati stabiliti dal PMO ed è il seguente (notare le somiglianze con Victoria): – Phase in secondary lock down restrictions on a rolling basis, starting with major metropolitan areas first and expanding outward. Expected by November 2020. – Rush the acquisition of (or construction of) isolation facilities across every province and territory. Expected by December 2020.– Daily new cases of COVID-19 will surge beyond capacity of testing, including increases in COVID related deaths following the same growth curves. Expected by end of November 2020.– Complete and total secondary lock down (much stricter than the first and second rolling phase restrictions). Expected by end of December 2020 – early January 2021.– Reform and expansion of the unemployment program to be transitioned into the universal basic income program. Expected by Q1 2021.– Projected COVID-19 mutation and/or co-infection with secondary virus (referred to as COVID-21) leading to a third wave with much higher mortality rate and higher rate of infection. Expected by February 2021.– Daily new cases of COVID-21 hospitalizations and COVID-19 and COVID-21 related deaths will exceed medical care facilities capacity. Expected Q1–Q2 2021.– Enhanced lock down restrictions (referred to as Third Lock Down) will be implemented. Full travel restrictions will be imposed (including inter-province and inter-city). Expected Q2 2021.– Transitioning of individuals into the universal basic income program. Expected mid Q2 2021.– Projected supply chain break downs, inventory shortages, large economic instability. Expected late Q2 2021. – Deployment of military personnel into major metropolitan areas as well as all major roadways to establish travel checkpoints. Restrict travel and movement. Provide logistical support to the area. Expected by Q3 2021.


L’informatore ha detto che i membri del comitato hanno chiesto chi sarebbe diventato il proprietario della proprietà e dei beni confiscati in quello scenario e cosa sarebbe successo a istituti di credito o istituzioni finanziarie. “Ci è stato semplicemente detto” il programma World Debt Reset gestirà tutti i dettagli. “Diversi membri del comitato hanno anche chiesto cosa accadrebbe alle persone se si rifiutassero di partecipare al programma World Debt Reset, o all’HealthPass, o al programma di vaccinazione, e la risposta che abbiamo ottenuto è stata molto preoccupante. “In sostanza ci è stato detto che era nostro dovere assicurarci di elaborare un piano per garantire che non sarebbe mai accaduto. Ci è stato detto che era nel migliore interesse dell’individuo partecipare. “Quando diversi membri del comitato hanno insistito incessantemente per ottenere una risposta, ci è stato detto che coloro che si fossero rifiutati avrebbero prima vissuto a tempo indeterminato sotto le restrizioni. E che in un breve periodo di tempo, poiché più canadesi sono passati al programma di cancellazione del debito, quelli che si sono rifiutati di partecipare sarebbero stati considerati un rischio per la sicurezza pubblica e sarebbero stati trasferiti in strutture di isolamento. “Una volta in quelle strutture avrebbero avuto due opzioni, partecipare al programma di cancellazione del debito ed essere rilasciati, o rimanere a tempo indeterminato nella struttura di isolamento secondo la classificazione di un grave rischio per la salute pubblica e tutti i loro beni sarebbero stati sequestrati”. L’informatore ha detto che l’accesa discussione “si è intensificata al di là di qualsiasi cosa a cui abbia mai assistito prima”. “Alla fine è stato implicito dal PMO che l’intera agenda andrà avanti, non importa chi sia d’accordo o no, che non sarà solo il Canada ma in realtà tutte le nazioni avranno roadmap e programmi simili, che dobbiamo approfittare delle situazioni davanti a noi per promuovere il cambiamento su scala più ampia per il miglioramento di tutti. “I membri che erano contrari e quelli che hanno sollevato questioni chiave che sarebbero derivate da una cosa del genere sono stati completamente ignorati. Le nostre opinioni e preoccupazioni sono state ignorate. Ci è stato semplicemente detto di farlo. Tutto quello che so è che non mi piace e penso che porterà i canadesi in un futuro oscuro “.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑